Tre ragioni fondamentali...

 

Conoscenza

Formazione

Attività

 

Ricerca della conoscenza

    E' innegabile che l'Uomo del XXI secolo presenti tuttora le incertezza, le paure, le ignoranze, le superstizioni e le incongruenze che appartenevano all'Uomo del passato, pieno di richiami alla magia, all'astrologia ed a quelle pratiche pseudo magico-scientifiche che ancora oggi, purtroppo, si insinuano nel nostro sociale. Ma, nella stessa persona è sempre coesistita anche una fiammella grazie alla quale l'Uomo si è impegnato nella ricerca delle verità, delle informazioni continuamente più aggiornate, cercando quelle certezze che solo l'approccio scientifico poteva garantirgli. Senza conoscere interruzioni, ma solo "rallentamenti", con il fondamentale ausilio della Scienza, l'Uomo ha cercato di dare risposta ai suoi dubbi, ai suoi "perchè", trovando teorie, tesi e risposte, pervenendo a comprendere quei fenomeni inspiegati, avvicinandosi a quella "Conoscenza" che ancora oggi continua a rincorrere nel suo operato. Ed è per questa affannosa, lenta, difficile e combattuta ma ripagante ricerca della Conoscenza che l'Astronomia si è elevata, fra le scienze più antiche, fino a divenirne una fra le più moderne. L'Astronomia, nel passato più remoto, rappresentava la necessità di possedere calendari, di poter determinare e misurare il tempo, di potersi orientare, sia sulla terraferma sia per mare, necessità che sono alla base della nostra civiltà e della nostra cultura: tutto questo fu ottenuto solo tramite l'osservazione delle stelle. L'Astronomia attraversò i secoli ed i millenni con un forte legame sia con l'astrologia che con la religione, tanto che per molto tempo queste tre figure furono presenti in tutte le civiltà antiche, legame imprescindibile a causa del pensiero che l'intero mondo naturale fosse ritenuto popolato, governato e scandito dalle azioni di dei, spiriti e demoni, oltre che dagli astri che "danzavano" nella sfera celeste, come il Sole, la Luna ed i pianeti, notati più facilmente per la loro luminosità, convincendosi che le divinità stellari influissero direttamente sulle vicende umane. Ed il desiderio dell'Uomo di conoscere tempestivamente la volontà degli dei celesti portò alla compilazione di descrizioni accurate dei movimenti planetari; questa lunga e precisa successione di osservazioni condusse alla conoscenza di valori numerici esatti della lunghezza dell'anno, della rivoluzione lunare, del moto dei pianeti, ecc.. Fu proprio grazie a queste precise osservazioni che all'Uomo sembrò strano che tutti questi "dei celesti" seguissero perfette e lineari "strade cosmiche", che non erano certamente il frutto di una volontà seppur divina, ma piuttosto sembrava che fossero guidate da precise e semplici teorie matematiche, scalzando per sempre il mito della divinizzazione dei corpi celesti. Fu proprio grazie all'avvento della rivoluzione copernicana prima e successivamente all'importante lavoro scientifico-teorico svolto sia sperimentalmente da Galilei e da Brahe sia teoricamente da Keplero e da Newton, che l'Astronomia si liberò di qualsiasi legame con le falsità delle superstizioni e delle pseudo-religioni del passato, per divenire il motore di sviluppo scientifico-teorico degli ultimi 4-5 secoli, rafforzando anche il legame con le numerose scienze a lei affini, quali la matematica, la fisica, la meteorologia, la geologia, la geofisica, l'ottica, la chimica, la biologia, la tecnica in genere. Dopo aver assistito ad altre rivoluzioni scientifico-teoriche (con i matematici Eulero, Lagrange, Laplace, Friedman, ecc..., con i fisici Doppler, Hertz, Fraunhofer, Kelvin, Bethe, Maxwell, Plank, Born, Dirac, ecc.., con gli astronomi Huygens, Halley, Herschel, Piazzi, Le Vierrer, Leavitt, Hertzsprung e Russell, Hubble, ecc.. e finire con la relatività di Einstein, la fisica quantistica di Heisenberg, la teoria del Big Bang di Guth, ecc..., dimenticandone per motivi di spazio la stragrande maggioranza), siamo quindi arrivati ai nostri tempi, nel quale assistiamo ad un repentino sviluppo dei voli spaziali, dei lanci di satelliti e delle sonde lunari e planetarie. Tutto questo rappresenta dunque un lungo cammino verso la ricerca della conoscenza sulla più ampia fenomenologia celeste e non. Un cammino che continua anche oggi, e, senza dubbio, proseguirà anche nel futuro, proprio grazie all'apporto ed allo sviluppo di teorie scientifiche sempre più raffinate, sempre più vicine alla soluzione ed alla comprensione di tutti quei fenomeni presenti nel nostro Universo. Non c'è niente di più sublime, aulico e poetico nel ricordare il messaggio di ricerca della conoscenze a tutti i costi per elevarsi dalla condizioni di "ignoranza", sempre latente nell'Uomo, se non quella di riportare di seguito i famosi versi del nostro sommo poeta Dante Alighieri nel 118.mo verso del canto XXVI dell'Inferno della Divina Commedia: "[...] Considerate la Vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza. [...]"

    Torna su

 

Formazione sull'Astronomia

    L'A.L.S.A., grazie sia all'intervento diretto e costante dei soci sia ai periodici incontri con personale qualificato, garantisce a tutti coloro che entrano a far parte dell'Associazione, divenendo dunque Soci, una naturale e progressiva formazione su argomenti, fatti, pratiche e teorie di carattere e natura astronomica. Infatti, l'Associazione si propone di garantire per ciascun anno corsi di osservazione strumentale, teorica e pratica, di corsi di astrofotografia, di corsi per il l'orientamento diurno e notturno, grazie a mirate lezioni al Planetario, di corsi e lezioni di varia natura su argomenti e problemi inerenti l'astronomia. Naturalmente, gli incontri, pur avendo per alcuni di essi anche l'accesso aperto all'intera cittadinanza, risultano indirizzati soltanto ai nostri Soci che sono iscritti regolarmente.

    Torna su

     

Attività nel campo astronomico

    Dopo aver regolarmente seguito e partecipato ai vari corsi di formazione, i Soci stessi potranno partecipare, organizzare ed intraprendere varie attività all'interno dell'Associazione. Basti pensare alla fondamentale attività DIVULGATIVA che ormai da decenni l'A.L.S.A. con i propri soci sta sempre più portando avanti, ampliando sempre più sia gli argomenti che gli spazi ad essa concessi, con interventi all'interno della nostra sede museale, nelle scuole, nelle altre Associazioni, nelle televisioni locali. Altra attività fondamentale nell'astronomia è quella della OSSERVAZIONE degli eventi celesti, grazie all'utilizzo sia di propria strumentazione che quella messa a disposizione del Socio da parte dell'A.L.S.A. Associate all'attività osservativa, troviamo anche altre attività di ricerca come l'ASTROFOTOGRAFIA, lo studio e l'analisi delle STELLE VARIABILI, l'osservazione metodica nel tempo dei PIANETINI e degli ASTEROIDI, oltre che alla catalogazione di tutti gli oggetti celesti osservabili con la nostra strumentazione.

    Torna su

    Per ulteriori notizie e modalità, clicca qui.

bar01d.gif

 

info@alsaweb.it


Copyright © 2004 EG - A.L.S.A., Livorno. Tutti i diritti riservati. This site is best viewed at 800x600.